Post

RECENSIONE LIBRO: EX TENEBRIS DI LORENZO BASILICO

Immagine
Un mago normale si destreggia in una Milano diventata la Casablanca del soprannaturale, tra folletti poco raccomandabili, licantropi e il mutuo da pagare. Ma qualcuno lo sta cercando. E niente sarà più come prima.


RECENSIONE: Questo libro è un urban fantasy, dove possiamo trovare varie specie di creature: vampiri, licantropi, nani, streghe ecc., in cui devono ambientarsi e vivere, per non destare sospetti, in una città come Milano. il protagonista è Annibale. Si direbbe una persona normale, che lavora per il comune come spazzino/netturbino, con un buon carisma e una buona dote di ironia e auto-ironia, specialmente con la sua collega, in cui c'è, e sembra esserci, un buon legame tra loro. In realtà Annibale nasconde un segreto, è un mago; seppur definendosi mediocre, e lo è, ha dei poteri. Il libro è in prima persona, il che non mi crea nessun problema dato che ho già letto libri in prima persona, come Hunger games e la serie di the selection, quindi la trovo un'idea innovativa di …

Recensione: Il canto della rivolta di Suzanne Collins

Immagine
Mi chiamo Katniss Everdeen. Perchè non sono morta? Dovrei essere morta. Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all'Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno... Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l'Arena sembrerà una passeggiata.
La mia recensione
Esistono libri che riescono a farti dimenticare chi sei veramente, libri in grado di risucchiarti in un mondo da cui non vorresti mai uscire, libri che ti sprofondano nel cuore scavandosi un posto tutto per loro. Il canto della rivolta è uno di quei libri. Essendo l’…

È morto Stephen Hawking, il fisico dei buchi neri

Immagine
Ci ha lasciato Stephen Hawking. Era nato a Oxford l'8 gennaio 1942 ed era  uno dei più importanti astrofisici del mondo, noto soprattutto per i suoi studi sui buchi neri e l’origine dell’universo. Stephen Hawking è morto nella notte tra martedì e mercoledì nella sua casa di Cambridge, nel Regno Unito. La notizia è stata confermata dalla sua famiglia. Aveva 76 anni ed era malato da tempo.
Direttore di ricerca del Dipartimento di matematica applicata e fisica teorica dell’università di Cambridge aveva fondato il Centro di cosmologia teorica. Era famoso soprattutto per le sue ricerche sui buchi neri, per i suoi libri di divulgazione scientifica e per i suoi interventi nel dibattito scientifico e culturale.
Nel 1963, quando gli fu diagnosticata la SLA (sclerosi laterale amiotrofica), Hawkin aveva 21 anni e i medici pensavano che sarebbe sopravvissuto solo un paio di anni. Dopo una prima comprensibile fase di depressione, Hawking recupera il desiderio di studiare. O meglio, la smania. …

LA LEGGENDA DI BLOODY MARY

Immagine
il mio video su Youtube Siamo tra la fine del 1800 e gli inizi del 1900,in una cittadina dell’america. A quel tempo la medicina non era ancora molto sviluppata, e in giro c’erano ancora molte epidemie mortali all’epoca, come il vaiolo e la peste.
Mary, una ragazza di 16 anni circa, viveva con la madre lavandaia e il padre dottore. Ad un certo punto Mary si ammalò di Difterite(altra malattia mortale al tempo) e andò in coma. La malattia era contagiosa, e il padre dottore fece credere a tutti che per la figlia non ci sarebbe stata più speranza e la seppellì lui stesso.
La madre pero, che era una donna di fede, non riusciva ad accettare il fatto e credeva ancora che ci potessero essere possibilità di sopravvivenza per l’ammalata, così prima di seppellirla le legarono al polso una corda che spuntava fuori dalla bara, collegata ad una campanella appesa ad uno stecco di ferro. Così se la ragazza si fosse risvegliata, la campana avrebbe suonato.
Ma dalla casa dei due genitori il suono non era ud…

Whaley house: la casa più infestata degli Stati Uniti d’America

Immagine
A San Diego, in California, tra le molte costruzioni storiche quella ritenuta più sfarzosa e importante è sicuramente Whaley House. La Whaley House è una residenza in stile revival greco costruita nel 1857, ma negli anni è divenuta un punto di riferimento per l'intera California e ancora oggi il museo, sorto a preservarne l'integrità, è visitato da migliaia di persone all'anno.
Oltre ad essere stata la residenza della famiglia Whaley, ha ospitato uno dei più grandi granai dello stato, il primo teatro commerciale di San Diego, varie aziende, una sala da ballo, una scuola e i seggi elettorali.
La casa è a due piani e venne progettata da Thomas Whaley stesso, il richiedente, nel 1856. Venne completata nel 1857 e il suo costo fu di più di 10.000 $, che al tempo erano davvero molti soldi. Fu costruita esclusivamente con materiali del luogo, come i mattoni che vennero creati nella fornace di Conde Street. Tutto era stato pensato per far entrare l'edificio nella storia.
"My…

RECENSIONE FILM: THE DAY AFTER TOMORROW - L'ALBA DEL GIORNO DOPO

Immagine
il video su youtube
Ma che bella catastrofe
Dopo pellicole come Independence Day e Godzilla, nelle quali aveva messo in luce il suo gusto per le scene di distruzione ed un certo qual piacere iconoclasta, Roland Emmerich torna al cinema con un altro film che s'inserisce appieno nella grande tradizione del genere catastrofico. The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo nasce nella mente del regista tedesco quando legge il libro degli scienziati Art Bell e Whitley Strieber, The Coming Global Superstorm, nel quale viene esposta la teoria che sta appunto alla base delle vicende del film: lo scioglimento dei poli causato dal riscaldamento del pianeta potrebbe a lungo andare arrivare a modificare e bloccare la corrente nord-atlantica, sconvolgendo così gli equilibri climatici del globo e facendo sprofondare l'emisfero settentrionale in una nuova era glaciale.
Una teoria che ovviamente prevede un'evoluzione di questo genere svolgersi in tempi misurabili in centinaia se non…

Le Spettrali “Presenze” di 6 Stazioni della Metropolitana di Londra

Immagine
qui sopra trovi il video su youtube

In Inghilterra i fantasmi sono di casa, fanno un po’ parte del folklore d’oltremanica, e rientrano talvolta nello stereotipo di ciò che viene considerato British. Tra i tanti luoghi di avvistamenti di entità sovrannaturali non poteva certo mancare la metropolitana di Londra che, con le sue 382 stazioni che si snodano sotterranee, alcune delle quali ormai abbandonate, rappresenta uno dei luoghi più iconici della capitale. Nel corso della sua lunga storia – iniziata nel lontano 1843 quando l’inaugurazione della galleria sotto il Tamigi, progettata dall’ingegnere Marc Brunel, diede l’avvio ai titanici lavori di quella che i londinesi ed i pendolari chiamano semplicemente the tube – innumerevoli sono state le testimonianze di chi ha sostenuto di aver percepito il manifestarsi di presenze paranormali. Sotto, la mappa di tutte le presenze paranormali registrate: Apparirà forse singolare la coincidenza che gli avvistamenti siano riconducibili quasi sempre …